%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
Cosa mangiare in una colazione proteica - Pink is better
Annunci

7   +   4   =  

Quanti iniziano la giornata con una colazione ben fatta? Molto spesso, complice anche il poco tempo a disposizione (tra la difficoltà di alzarsi dal letto e l’urgenza di uscire per arrivare puntuali a lavoro o a scuola), ci si riduce a bere un caffè e a mangiare qualcosa mentre si è sulla soglia di casa. Oltre al problema sul mangiare di fretta, c’è da ricordare come la colazione è uno dei pasti principali di tutta la giornata e sicuramente il più importante perché dà all’organismo l’energia giusta per iniziare al meglio la giornata.

Una colazione energetica

Parliamo quindi della cosiddetta colazione proteica, utile a donare la giusta energia all’organismo, in modo da non avere cali durante il corso della giornata. Per ricevere importanti consigli utili sull’alimentazione, il sito www.sportboom.it è costantemente aggiornato con indicazioni e suggerimenti per tutte le necessità. Perché scegliere una colazione proteica? La risposta è molto semplice: fa bene ed è l’alternativa migliore alla classica colazione cosiddetta iperglucidica. La colazione iperglucidica provoca sistematicamente degli attacchi di fame, un senso di stanchezza, una riduzione della capacità di concentrarsi nel corso della giornata e, ancora, un aumento della massa grassa. La colazione proteica, invece, permette di assumere l’energia necessaria per iniziare al meglio la giornata in maniera sana e utile alla propria forma fisica.

Consigli utili

Vediamo qualche idea per strutturare al meglio una buona colazione proteica. Il primo consiglio da seguire è quello di organizzarsi e di superare le difficoltà dei primi giorni, dipendenti principalmente dall’abitudine. Volersi prendere cura di sé e della propria forma fisica non è necessariamente un sacrificio, ma l’applicazione costante dello stile di vita che si è scelto di seguire e che parte innanzitutto da una efficace colazione proteica.

Il secondo consiglio è quello di variare; la colazione proteica permette diverse soluzioni e può essere utile (anche a livello psicologico e di gusto) fare colazioni diverse durante il corso della settimana. Uno strumento utile a questo scopo è quello del diario alimentare, sul quale segnare giorno per giorno gli alimenti da assumere a colazione e, di conseguenza, anche quali acquistare per i giorni successivi, in modo da non rimanere mai senza.

5 proposte su cosa mangiare a colazione

Vediamo quindi quali sono alcuni cibi che possono rientrare in una colazione proteica da assumere all’inizio di ogni giornata. Ecco le nostre 5 proposte per una colazione energetica e gustosa:

  • fiocchi d’avena;
  • frullati;
  • pane integrale;
  • porridge;
  • yogurt greco.

I fiocchi d’avena

L’uso dei fiocchi d’avena è uno dei capisaldi delle colazioni proteiche. Possono essere consumati sia con la frutta di stagione che con quella fresca (in un muesli) o, come vedremo, preparando il porridge. I fiocchi d’avena sono ottimi anche per l’alto contenuto di fibre, ideali per regolarizzare il lavoro dell’intestino.

I frullati

Per preparare un buon frullato per una colazione proteica si possono utilizzare diversi tipi di frutta, da aggiungere allo yogurt e al latte. Il consiglio è quello di utilizzare sempre almeno la banana, alla quale aggiungere le arance, le fragole, i kiwi o la frutta che più gradite.

Il pane integrale

Per spalmarvi sopra la propria marmellata preferita il pane integrale è davvero l’ideale. A differenza delle fette biscottate o del pane bianco, quello integrale contiene un grande numero di fibre, vitamine e ovviamente proteine, ottime per la prevenzione di numerose malattie cardiovascolari.

Il porridge

Probabilmente è da considerare un po’ come il simbolo di una colazione proteica: parliamo del porridge. Per prepararlo occorrono 100g di acqua e altrettanti di latte, 70g di fiocchi d’avena, della frutta fresca, 2 cucchiai di miele o di sciroppo d’acero, 1 cucchiaino di nocciole tritate e mezzo cucchiaino di vanillina. Per preparare il porridge è sufficiente prendere un pentolino, versarvi l’acqua e il latte, farli bollire per poi aggiungere i fiocchi d’avena, la vanillina e il miele. Si mescola il tutto continuando a cuocere per una decina di minuti, per poi versare il preparato in una tazza o in una ciotola. Completare la preparazione aggiungendo la frutta fresca a pezzi e le nocciole tritate.

Lo yogurt greco

Mangiare lo yogurt greco a colazione aiuta anche ad acquisire la vitamina D, il calcio e le proteine ad alto valore biologico. Può essere consumato insieme alla frutta di stagione, in modo da avere un pasto nutriente, ma anche molto gustoso e saporito.

Annunci
No more articles